Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di più
Tancredi Turco

Tancredi Turco

II COMMISSIONE GIUSTIZIA COMITATO PER LA LEGISLAZIONE CONSIGLIO DI GIURISDIZIONE COMITATO PARLAMENTARE PER I PROCEDIMENTI DI ACCUSA
  • Home
  • Attività parlamentare
  • LEGGE DI BILANCIO: CONDONI E PREBENDE ELETTORALI - IL NO DI ALTERNATIVA LIBERA
  • LEGGE DI BILANCIO: CONDONI E PREBENDE ELETTORALI - IL NO DI ALTERNATIVA LIBERA

    1417

    La legge di stabilità 2017 è stata approvata, tuttavia, questa legge di bilancio contiene mance, condoni e proroghe.Il Governo ha costruito, con questi mattoni da prima Repubblica, una legge senza ambizioni con il respiro corto, incapace di aiutare il Paese a riprendersi, invece di pensare ad una legge di bilancio seria e finalizzata a migliorare le condizioni di vita dei cittadini italiani, attraverso misure concrete che incentivino la creazione stabile e duratura di posti di lavoro, un abbassamento del carico fiscale e una riduzione degli sprechi di denaro pubblico.
    Il Governo ha ideato una manovra che probabilmente prospetta per noi, e soprattutto per i nostri figli, un futuro tetro che ci vedrà costretti a ripagare con interessi esorbitanti le mance e le prebende che distribuite, con lo scopo manifesto di far diventare più simpatico agli italiani un Presidente del Consiglio che continua ad allargare a dismisura il buco dei conti pubblici italiani senza mettere in campo misure di sviluppo di lungo respiro.
    Una siffatta gestione dei conti pubblici è ad uso e consumo degli interessi personali di pochi.
    Ciò che denuncio essere più grave è che ciò è successo nonostante l'approccio collaborativo di tutte le opposizioni durante i lavori in Commissione: non è stato, infatti, possibile portare i miglioramenti necessari ad un testo che manca completamente di buonsenso e di una ratio di politica economica.


    Ancora una volta, avete messo in fila aiuti e piaceri ai vostri amici banchieri, calpestando le necessità e i bisogni della gente comune.
    Imporre a chi vuole andare in pensione l'accensione di un mutuo e il condono sul possesso di contante sono misure che fanno accapponare la pelle.
    Questa gestione della spesa pubblica, con il sistema bancario che scricchiola cupamente ed il numero degli italiani in stato di povertà che si attesta a 4 milioni e mezzo di individui, spiana la strada all'arrivo della troika.
    Il Presidente del Consiglio, e con lui tutti i membri del Governo, sanno benissimo che andrà a finire così.
    Non ci provi il Premier a raccontare agli italiani la favola che lo spread in aumento dei giorni scorsi è dovuto all'approssimarsi del referendum e a scenari di presunta instabilità successiva all'ipotesi di vittoria del «no». Sappiamo tutti, lui per primo, che si tratta di segnali inequivocabili di scarsa fiducia nel Governo del nostro Paese, a causa della totale assenza di un'idea di politica economica, e questa legge di bilancio è lo specchio fedele della pochezza e dell'inettitudine di questo Governo.
    Per tutti questi motivi Alternativa Libera e Possibile hanno votato contro a questo Governo e a questa legge di bilancio.

    Devi autorizzare l'installazione dei cookie per visualizzare i commenti