Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di più
Tancredi Turco

Tancredi Turco

II COMMISSIONE GIUSTIZIA COMITATO PER LA LEGISLAZIONE CONSIGLIO DI GIURISDIZIONE COMITATO PARLAMENTARE PER I PROCEDIMENTI DI ACCUSA
  • Home
  • Condizioni detenuti
  • Magliette pagate a peso d'oro per la Polizia Penitenziaria
  • Magliette pagate a peso d'oro per la Polizia Penitenziaria

    3067

    Grazie al giornalista Caris Vanghetti ho appreso che la Polizia Penitenziaria riceverà una fornitura per delle magliette, praticamente d'oro, al prezzo di circa 480 euro ciascuna.
    Per 2mila magliette i cittadini pagheranno 793mila euro, oltre iva.
    Sembra davvero troppo!

    Sulla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 10 dicembre 2014, è stato, infatti, pubblicato l'avviso d'aggiudicazione di un appalto pubblico indetto dal Ministero della Giustizia, dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, direzione generale delle risorse materiali dei beni e dei servizi, ufficio contratti di lavori, forniture e servizi relativo alla fornitura di 2.000 magliette a favore della polizia penitenziaria, modello polo a manica corta in tessuto ignifugo (resistente al fuoco) con la scritta ricamata «Polizia Penitenziaria», al prezzo di euro 793.000,00, iva esclusa.

    Si sottolinea che la fornitura delle polo in tessuto ignifugo abbia un valore piuttosto alto, se rapportato all'esiguo numero di magliette della fornitura; il costo unitario di ciascuna delle polo, pertanto, peserà sui contribuenti per circa 480 euro.

    Dalla lettura dell'avviso di aggiudicazione si evince anche che l'impresa aggiudicataria, La Griffe Srl con sede in Ascoli Piceno, è stata l'unica impresa a presentarsi alla gara d'appalto, vincendolo.

    E' palese che il costo unitario per maglietta, circa € 480 ciascuna, sia piuttosto elevato, ed ho chiesto al Ministro se ritenga concorrenziale questo prezzo anche in relazione alla circostanza che vi sia stata una sola azienda a partecipare alla gara.

    Qui trovate il testo della mia interrogazione al Ministro della Giustizia

    Sinceramente ci saremmo aspettati che, in tempi come questi, nei quali si registrano sostanziosi tagli a molte amministrazioni, tali risorse economiche potessero essere impiegate per garantire adeguati stanziamenti volti alle attività per il reinserimento sociale e professionale degli ex detenuti oppure per dotare delle necessarie risorse finanziarie i programmi per l'edilizia penitenziaria prevedendo l'ammodernamento e, ove possibile, l'ampliamento delle fatiscenti carceri italiane.

    Qui l'articolo di vanghettate.it

    C'è stata segnalata un errore nella Gazzetta Ufficiale qui trovate il nuovo articolo che da atto dell'errore.

    Devi autorizzare l'installazione dei cookie per visualizzare i commenti