Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di più
Tancredi Turco

Tancredi Turco

II COMMISSIONE GIUSTIZIA COMITATO PER LA LEGISLAZIONE CONSIGLIO DI GIURISDIZIONE COMITATO PARLAMENTARE PER I PROCEDIMENTI DI ACCUSA
  • Home
  • Per il territorio
  • TAV - MANCA IL PROGETTO TRA LE STAZIONI DI VERONA PORTA NUOVA E VERONA PORTA VESCOVO
  • TAV - MANCA IL PROGETTO TRA LE STAZIONI DI VERONA PORTA NUOVA E VERONA PORTA VESCOVO

    1632

    Il giorno 7 novembre, in occasione di un evento all'aeroporto  di Venezia, il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al progetto sui treni ad alta velocità: “Abbiamo stanziato 15 milioni per il Veneto in vista di un investimento totale di 400 milioni per creare un sistema di connessione {..} L’alta velocità a fine anno chiuderà il cantiere Milano-Brescia, poi apriremo quello per Verona e a seguire quello per Vicenza

    Ad oggi si sa dell'apertura del tratto di alta velocità Treviglio-Brescia, 40 km costati oltre 2,1 miliardi (52 milioni a km), che possono essere utilizzati esclusivamente dai treni superveloci, con conseguenti lamentele dei pendolari che prendevano i treni Freccia Bianca e che oggi si troverebbero a pagare i biglietti altre il 30% in più per viaggiare sui treni Freccia Rossa, oppure tornare ai soliti regionali ed interregionali, più lenti ma più economici, sui quali, tuttavia, Trenitalia è da anni che non investe.

    Gli aderenti al comitato veronese dei NO-TAV, in relazione alle medesime dichiarazioni del ministro Graziano Delrio, il quale ha  ribadito la volontà di chiudere la fase progettuale della Brescia-Verona-Padova entro il 2016 per partire il prossimo anno con i nuovi cantieri TAV, sono indignati e  si chiedono: "Come fa il ministro a dire che entro l'anno sarà approvato il progetto Brescia-Verona quando il comune di Brescia ha chiesto (e sembra ottenuto) la cancellazione del collegamento verso Montichiari e l'uscita di tutti i binari Tav dalla stazione di Brescia? ".

    Sebbene sia stato, infatti, presentato da poco il progetto che collega ad ovest il nodo di Verona con i nuovi binari dell’alta velocità provenienti da Brescia, interessando l’area cittadina di San Massimo, non risulta sia ancora stato, presentato l’altro progetto che prevede l’interconnessione di questi binari verso direzione est (direzione Vicenza-Padova-Venezia), perciò dalla stazione di Porta Nuova alla stazione di Porta Vescovo, entrambe in centro città e in aree densamente edificate.

    Per questo ho depositato una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture per sapere se possa riferire le determinazioni del CIPE in relazione alla dichiarata modifica del progetto di collegamento di Montichiari e dell’uscita dei binari dalla stazione di Brescia che potrebbero modificare il tragitto dei TAV in arrivo a Verona e soprattutto se possa riferire delle soluzioni progettuali allo studio in merito alla presentazione del progetto TAV Verona-Vicenza in particolare relativamente al collegamento tra le due stazioni di Verona Porta Nuova e Verona Porta Vescovo.
     

    Devi autorizzare l'installazione dei cookie per visualizzare i commenti