Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di più
Tancredi Turco

Tancredi Turco

II COMMISSIONE GIUSTIZIA COMITATO PER LA LEGISLAZIONE CONSIGLIO DI GIURISDIZIONE COMITATO PARLAMENTARE PER I PROCEDIMENTI DI ACCUSA
  • Home
  • Per il territorio
  • TAV VERONA-MONTEBELLO. APPALTO A SOCIETA' RAGGIUNTA DA INTERDITTIVA ANTIMAFIA
  • TAV VERONA-MONTEBELLO. APPALTO A SOCIETA' RAGGIUNTA DA INTERDITTIVA ANTIMAFIA

    1999

    Nei giorni scorsi ho depositato un'interrogazione parlamentare, chiedendo chiarezza sul progetto TAV che coinvolge la città di Verona, evidenziato che la società titolare dell'incarico sulla valutazione di impatto ambientale (VIA) per il TAV Verona - Bivio di Montebello è la Lande Spa, società che ha visto il suo amministratore indagato per corruzione e turbativa d'asta nell'operazione antimafia denominata "Medea", che ha portato all'arresto di 13 persone e all'iscrizione sul registro degli indagati di 18 persone.

    Inoltre, da poche settimane il prefetto di Napoli (dove Lande Spa ha sede legale) ha emesso un'interdittiva antimafia per la stessa società.

    Ho chiesto ai Ministri dell'Interno, delle Infrastrutture e dei Trasporti e dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo quali provvedimenti adotteranno per verificare il corretto svolgersi del procedimento amministrativo per quanto riguarda la scelta degli appalti affidati alla società Lande Spa e se ritengano di informare della problematica il Prefetto di Verona, il Prefetto di Vicenza, la Direzione Nazionale Antimafia e l'Agenzia Nazionale Anticorruzione.

    Qui il link alla mia interrogazione

    Qui il link all'articolo sull'Arena di Verona

    Devi autorizzare l'installazione dei cookie per visualizzare i commenti